E’ impressionante pensare che ogni anno vengono inviati in media nel mondo quasi 8.6 trilioni di SMS, e di questi circa 500 milioni solo in Italia ! (fonte mobile France 2014).

Nonostante l’avvento dei social network e dei sistemi di istant messaging alternativi, ad oggi gli SMS scambiati superano di 20 volte il numero di Tweet e di 12 volte i messaggini inoltrati con Facebook.

Con tutta questo volume di informazioni scambiate, non possiamo meravigliarci se moltissime aziende trovino nell’ SMS marketing uno strumento di grande successo: in diversi settori infatti, la messaggistica mobile rappresenta il canale di direct marketing più efficace.

Se già utilizzi la pubblicità basata sull’SMS marketing, o stai pensando di cominciare ad impiegare questo potente canale di comunicazione per la tua attività, eccoti alcuni consigli per facilitarti nella realizzazione delle tue prossime campagne promozionali.

Suggerimento 1 – Chi è il tuo pubblico?

Spesso sentiamo le persone lamentarsi perché ricevono SMS o e-mail sul cellulare : “Ricevo un sacco di pubblicità inutile!”.

Ma se andassi a scavare un po’ più a fondo, scopriresti che ciò avviene perché arriva l’informazione sbagliata alla persone sbagliata, cioè un informazione poco rilevante ad una persona scarsamente interessata.

Si tratta quindi di cambiare punto di osservazione e iniziare a selezionare (o meglio profilare) il destinatario giusto per i tuoi messaggi: non puoi inviare tutto a tutti. NO!

Per sapere COSA scrivere, dovresti raccogliere ed analizzare più informazioni possibili sul tuo pubblico: la cronologia degli ultimi acquisti che hanno effettuato,  i dati demografici, valutare questionari di soddisfazione, etc.

I dati raccolti, uniti ad una piattaforma di messaggistica integrata (come eCall) ti permetterà di focalizzarti sulle persone giuste ed affinare sempre di più il contenuto dei messaggi inviati scoprendo in tempo reale il risultato del tuo lavoro.

Inizierai così a sentire esclamazioni del tipo:” Questa informazione è proprio utile!”.

Suggerimento 2 – Rispetti i tempi giusti?

Come si suol dire , il tempismo è tutto. Ci sono due aspetti fondamentali sulla tempistica  a cui prestare particolare attenzione per ottenere il successo sperato dai tuoi cari SMS.

Per prima cosa, i messaggi senza limiti di tempo o senza date precise sono meno efficaci dei messaggi che propongono offerte limitate o con scadenza a tempo.

Dovresti cercare di evidenziare nel testo dell’SMS che l’offerta o l’evento pubblicizzati scadono ad una data imminente o hanno una disponibilità numerica limitata.

Il secondo aspetto da considerare è completamente scorrelato dal precedente: devi essere sicuro che i tuoi SMS vengano inviati al momento più opportuno. Ad esempio, quando un cliente acquista un prodotto o si sottopone ad un trattamento, subito dopo potresti inviare un messaggio che propone qualcosa di attinente per mantenere alto il suo interesse.

Altro esempio interessa i giorni più indicati per le attività di marketing. Campagne di email realizzate di Sabato, spesso producono risultati molto deludenti ma, la stessa azione condotta con gli SMS potrebbe stupirti con riscontri davvero sorprendenti.

Con un software di messaggistica integrato (come eCall) puoi realizzare dei test di timing in maniera estremamente semplice e rapida in modo da affinare costantemente la tua campagna SMS.

Suggerimento 3 – La forza dei messaggi sta nel cavalcare gli eventi!

L’apertura delle email nelle 24 ore successive all’invio, cresce molto gradualmente. Invece, la lettura degli SMS dopo appena 60 minuti raggiunge mediamente picchi del 70%!

Questa immediatezza suggerisce di poter impiegare l’SMS marketing al verificarsi di eventi specifici. Se ad esempio hai un cliente che si serve da te con una certa regolarità ed improvvisamente smette di acquistare, puoi sfruttare questo evento per spedire un SMS con un’offerta mirata in modo da indurre nuovamente la persona a tornare da te.

Se disponi di un software di messaggistica (come eCall) puoi addirittura intercettare determinati comportamenti delle persone e, al verificarsi (o al non verificarsi) di particolari eventi, inviare automaticamente SMS, email o telefonate che richiamano ad un’azione diretta i clienti in target: aprire una pagina specifica del tuo sito web, accedere ad una promozione, iscriversi ad un servizio online o ancora compilare un questionario di soddisfazione.

 Suggerimento 4 – Breve, semplice e goloso

Questo potrebbe rappresentare il suggerimento più importante da seguire per ottenere il massimo del successo dalla tua campagna SMS!

Per prima cosa ricordati che la maggior parte degli operatori limita la lunghezza dei messaggi SMS a 160 caratteri. Oltre a questo, osserva sempre la regola di esprimerti in modo chiaro e diretto. E’ la cosa migliore!

“50% di sconto sul tuo prossimo ordine. CLICCA QUI. Termina domenica.”

Questo è un messaggio perfetto, dal momento che va dritto al punto, fornisce delle semplici indicazioni sul da farsi e avvisa chiaramente il cliente che l’offerta è in procinto di scadere.

Spedisci solo messaggi che sei sicuro possano colpire almeno una parte del pubblico in target in vista di un prossimo acquisto. Inviare SMS privi di alcun interesse rischia solo di disturbare i clienti ed è proprio quello che dovresti evitare.

Per facilitarti nelle attività di profilazione dei destinatari puoi impiegare strumenti software (come eCall) che ti consentono di selezionare un pubblico più aderente possibile alle informazioni che vuoi diffondere.

 Suggerimento 5 – Benvenuti Short Url

Ammettiamolo pure, gli indirizzi web (Url) che ancora circolano nelle email o negli SMS sono abbastanza brutti da vedere: sono complessi, poco intuitivi e, nel caso specifico degli SMS, sottraggono notevole spazio da quello a disposizione.

Se a questo vogliamo aggiungere all’indirizzo web da inserire anche la “tracking extension” cioè, quella particolare estensione che consente di monitorare le azioni di risposta dei destinatari, ci ritroviamo con un collegamento realmente ingestibile.

La soluzione più corretta è l’impiego di short Url (indirizzi brevi pienamente supportati da eCall ) come ad esempio http://goo.gl/ che sono molto pratici, soddisfano tutte le esigenze di controllo della campagna marketing e salvano spazio prezioso per i tuoi contenuti negli SMS.

 Suggerimento 6 – Non fare lo Spammer!

In conclusione, ricordati che la capacità di inviare SMS a clienti potenziali (o acquisiti) è un privilegio, non un diritto! Se importuni il tuo pubblico troppo spesso o invii messaggi privi di valore informativo, stai per perdere questo privilegio.

A nessuno piaccio i messaggi inutili, quindi non inviarne. Senza entrare in implicazioni legali, ricordiamoci che le persone alle quali stai mandando gli SMS dovrebbero essere consenzienti.

Inoltre cerca di mantenere una certa qualità nei messaggi inviati: rendili il più personalizzati possibile (eCall ad esempio ti consente di inserire campi personalizzati come cognome, nome, date e altre informazioni del destinatario nel corpo dell’SMS), verifica che il contenuto sia pertinente agli interessi del tuo pubblico.

Una ghiotta opportunità

I messaggi SMS possono essere molto difficili da impostare correttamente.

Mentre i filtri antispam nelle caselle email sono strumenti che le persone usano spesso per evitare la pubblicità spazzatura, gli SMS non sono sottoposti ad alcun filtro, e se ben impiegati rappresentano un mezzo di comunicazione potentissimo per la tua attività.

Comprendi chi sono i tuoi destinatari, lavora sui contenuti, affina la tempistica, osserva gli eventi, induci all’azione il tuo pubblico e tieni monitorati i risultati (il tutto puoi farlo con eCall).

Ora hai i principali elementi per creare delle campagne SMS di successo.

Comunica – Controlla – Potenzia

Logo ECALL positiv